Escursioni

12 in Valle di Rezzalo

Val di Rezzalo
Val di Rezzalo © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

la Valle di Rezzalo

Data: 25-4-2002

Scheda Tecnica Riassuntiva:

Gruppo: Ortles Cevedale  Parco Nazionale dello Stelvio
Cartina: Kompass 072 Parco Nazionale dello Stelvio.
Segnavia: del parco
Tipologia sentiero: in ambiente innevato
Quota di partenza:
Quota da raggiungere: 1866 m
Dislivello:
Tempi di percorrenza*: in giornata
Difficoltà*:
Giro: A/R
Punti di appoggio: La baita
Acqua , sorgenti:
Località: Fumero
Parcheggio: sì
Partecipanti: in solitaria

Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, di progressione, movimento in ambiente alpino capacità di orientamento.

L’escursione in dettaglio:

Trascorrere alcuni giorni in Baita a quota 1866 metri s.l.m. Immersi nel silenzio, circondati dal verde.

la Valle di Rezzalo

Da Trento raggiungo la Valtellina, e Sondalo dove seguo le indicazioni in direzione di Bormio, esco in località le Prese poi passando per Frontale arrivo alla località di Fumero qui lascio la macchina al parcheggio in località Fumero, oltre l’abitato, il transito alle auto private è vietato, il proprietario della “la baita” effettua trasporto bagagli e persone ma camminare immersi nella natura è molto appagante quindi decido di farmi a piedi e con lo zaino in spalla questo tratto di strada. Inizialmente la valle si presenta chiusa e cupa, ma salendo, curva dopo curva la vallata si apre sempre di più, divenendo più luminosa e panoramica. Sono circa 45 minuti che cammino, arrivo in località S. Bernardo. Ora la strada si è fa meno pendente quasi pianeggiante con a destra l’omonimo torrente. Continuo e incontro una chiesa del 1600 dedicata a S. Bernardo.
Vicino su di un lieve pendio si trova “La Baita” unica struttura adibita a rifugio presente in questo angolo del parco. Da qui si possono effettuare delle belle escursioni a contatto con la natura, nel verde. Vi descrivo due escursioni da me percorse durante il ponte del 25 aprile del 2002. Percorsi lunghi con difficoltà, PD-F dove la grande lacuna di questo immenso parco sono i sentieri, poco segnalati, per cui le difficoltà si concentrano su questo fattore, almeno in questa parte del parco e in questa stagione.

Clicca sul link qui sotto per leggere il seguito di questi due giorni.

Autore/i: Salvatore Stringari 
Rispetta la montagna! Riporta a casa i tuoi rifiuti non lasciarli sui sentieri!
E voi ci siete stati? Mi lasciate un commento?
© Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

...non fate i timidi lasciate un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...