Escursioni, Vie Ferrate

68 Ferrata Favogna

Ferrata Favogna
Ferrata Favogna © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

Via Ferrata di Favogna

Data: 6 aprile 2008

Per l’accesso alla ferrata provenienti da Trento si raggiunge Rovere della Luna oltrepassato il paese ci si dirige verso Magre sulla strada del vino a meta strada circa un cartello che non è della S.A.T. ma del C.A.I. di Bolzano ci troviamo infatti già in provincia di Bolzano. Trattasi di via di montagna in ambiente difficile.

L’escursione in dettaglio:

Via Ferrata di Favogna

Con un amica siamo partiti il mattino alle 7.55 e ritornati alla macchina alle 13.15 circa con nuvole che minacciavano l’acqua ma niente anzi a un certo punto il sole è sbucato timidamente dalle nuvole.
In pochi minuti siamo al attacco della ferrata. Indossati i D.P.I. imbrago cordino moschettoni e casco partiamo. Il sentiero si presenta già in tutta la sua imponenza ed i primi passi sono aiutati dalle mani, quindi un primo grado!, arriviamo dopo questa breve arrampicata alla prima parete da superare. Parto io per per primo seguito dalla mia amica. Giungiamo cosi al secondo tratto della ferrata, dove i primi tre o quattro metri sono arrampicabili in vero stile arrampicata senza la protezione del cordino questo passaggio che sembra facile non lo è, arriviamo su un primo terrazzino e ci godiamo il panorama e le nuvole che ci girano attorno e facciamo un veloce riflessione,

…ma secondo te era meglio andare a messa, e poi a mangiare lasagne al forno con i piedi sotto il tavolo, o venire qui e arrampicare…

la risposta è che riprendiamo il cammino per un po’ nel bosco con tutta la valle dell’Adige ai nostri piedi i frutteti e le viti, le case sono piccoli li nella piana… e noi alti qui su questa montagna immensa, percorriamo per un po’ il sentiero che qui si fa facile e ci raggiunge un amico che dopo i saluti e qualche passo percorso assieme si allontana con la velocità del vento, lo aspettavano a casa, le lasagne, arriviamo cosi sotto una parete con un tetto strapiombante siamo a circa 700 metri sopra la valle dell’Adige in un ampia parete canale dove ce il libro di vetta. Da qui il sentiero ritorna facile e camminiamo per circa 20 minuti nel bosco siamo fuori e questa ferrata ci lascia soddisfatti. Il rientro l’abbiamo effettuato seguendo i segni rosso e bianco dirigendoci verso il paesino di Favogna raggiunta la chiesa su strada asfaltata in leggera discesa si punta verso la valle entrando in breve ancora nel bosco ora abbiamo il torrente (non so il nome) sulla sinistra e il sentiero si fa ripido in discesa fino a dove abbiamo lasciato una macchina per fare il rientro alla partenza della ferrata. Per chi dovesse andarci prossimamente consiglio di portare un auto a Favogna evita la lunga discesa per la val dei Molini e a Magre.

Autore/i: Salvatore Stringari
Rispetta la montagna! Riporta a casa i tuoi rifiuti non lasciarli sui sentieri!
E voi ci siete stati? Mi lasciate un commento?
© Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

...non fate i timidi lasciate un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.