Parole e Pensieri

232 cosa fare per una richiesta di soccorso in montagna

Sicurezza
Sicurezza © Copyright By Salvatore Stringari | La Traccia, Escursioni e Viaggi

oggetto: #soccorso-alpino

di: Salvatore Stringari 

Cosa fare per una richiesta di soccorso?

Data: 21-06-2017

con questo post voglio portare alla conoscenza di tutti i lettori del Blog e delle escursioni in montagna la corretta modalità di richiesta aiuto in caso di infortunio. (in montagna)

Sicuramente la tecnologia oggi ci aiuta molto anche se in montagna non ci possiamo affidare solo alla tecnologia.

In caso di richiesta di soccorso.
Chiamate il 118, in alcune regioni è attivo il 112 il (n.u.e.) numero unico di emergenza numero di chiamata europeo.
Cosa dire all’operatore?
All’operatore bisogna dire che avete bisogno del soccorso alpino e fornire informazioni che permettano di individuare con precisione sia il luogo dell’incidente sia di valutare lo stato fisico dell’infortunato.
Cosa è necessario fare?
È necessario innanzitutto mantenere la calma, fornire le proprie generalità e il numero di telefono da cui si chiama, che non va mai abbandonato.
Quali sono le richieste fondamentali?
Tutte le richieste che vi faranno rispondono fondamentalmente a quattro domande: chi? Come? Dove? Quando?

…guardiamole una a una…
CHI: è l’infortunato: nome cognome età, sesso, condizioni fisiche, se cosciente o incosciente?

COME: è successo l’incidente?

DOVE: località, quota, possibilmente il comune o almeno la valle (pensiamo ai tanti
alpeggi con lo stesso nome) versante, condizioni meteo.

QUANDO: è avvenuto l’incidente.

In caso di intervento dell’elicottero è necessario fornire informazioni precise riguardo la visibilità e la presenza di eventuali ostacoli, quali ad esempio: linee elettriche, cavi a sbalzo e materiale leggero che possa volare via.
È importante ricordare che qualche secondo speso in più nel fornire indicazioni si traduce in tempo prezioso per risolvere nel migliore dei modi le operazioni di soccorso.

Molte delle chiamate di soccorso oggi avvengono tramite telefono cellulare.

Purtroppo in montagna esistono delle zone d’ombra dove il segnale non arriva in questo caso è necessario conoscere i segnali internazionali di soccorso.

CHIAMATA: lanciare sei volte in un minuto (ogni dieci secondi) un segnale ottico o acustico (urlo o luce con pila ecc…) ripetere i segnali dopo un minuto.
RISPOSTA: Lanciare tre volte in un minuto (ogni venti secondi) un segnale ottico o acustico.

Autore/i: Salvatore Stringari
Rispetta la montagna! Riporta a casa i tuoi rifiuti non lasciarli sui sentieri!
lasciate un commento?
© Copyright By Salvatore Stringari | La Traccia, Escursioni e Viaggi

non fate i timidi...lasciate un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.