287 Casera Vallon Scuro

Casera Vallon Scuro
Casera Vallon Scuro © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

Casera Vallon Scuro

Data: 6-1-2018

Scheda Tecnica Riassuntiva:

Cima: Nessuna
Gruppo Montuoso: Prealpi Bellunesi- Trevigiane
Cartina: Tabacco Foglio 068 Prealpi Trevigiane e Bellunesi
Segnavia: non censito e C.A.I. sentiero n 1
Tipologia sentiero: sentiero C.A.I. e mulattiere Escursione in Ambiente Innevato per Esperti Escursionisti
Difficoltà*: (poco difficile) PD
Quota partenza: 750 m.s.l.m.
Quota da raggiungere: 1200 m.s.l.m.
Dislivello: 450 m
Tempo*: 4.00 ore
Giro: A/R
Punti di appoggio: Casera Vallon Scuro e Casera di Silvano
Acqua, sorgenti: no
Località: Trichiana, Mel, Carve, Zelant, Chiesetta degli Alpini
Copertura cellulare: si
Parcheggio/i: si
Partecipanti: Paola, Salvatore, Silvano

Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, di progressione, movimento in ambiente alpino capacità di orientamento.

L’escursione in dettaglio:

il meteo non è rassicurante ma la voglia di fare un giro per le montagne è tanta, il nostro amico Silvano ci accompagna in questo per noi nuovo itinerario sulle Prealpi, in sicurezza visto che fino a 1500 metri c’è poca neve.

la località Zelant

da Belluno ci dirigiamo verso Mel, stupendo borgo del bellunese, dopo aver superato il paese giriamo a sinistra e saliamo al paese di Carve, proseguendo fino alla località Zelant.
Parcheggiamo in uno spiazzo vicino al Bar-Ristorante “da Geppo” (dove abbiamo mangiato più volte una pizza fantastica) anche se potremmo proseguire in auto per un altro paio di chilometri: visto il ghiaccio sulla stradina preferiamo proseguire a piedi. In breve raggiungiamo la località Tac de Mel dove ci sono alcune casere un tempo abitate e ora utilizzate solo per brevi periodi.

Casera Vallon Scuro
Casera Vallon Scuro © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi


Constatato che la neve non ci creerà difficoltà a salire, lasciamo nella piccola, accogliente casera del nostro amico Silvano i viveri che ci pesano nello zaino, confidando di raggiungere il nostro obbiettivo e tornare per il pranzo a sacco.

Casera Vallon Scuro

Proseguiamo in salita alla volta di Casera Vallon Scuro. La strada silvo-pastorale si inoltra nel fitto del bosco di faggi, larici e abeti, alcuni piccoli cartelli di legno indicano le varie località dai nomi dialettali ormai desueti che evocano un passato non lontanissimo da noi ma oramai dimenticato. Saliamo fino ad arrivare alla casera-bivacco che troviamo in parziale disordine. La casera è stata restaurata e dotata di cucina economica, purtroppo alcuni vandali hanno rubato l’impianto elettrico che è stato rappezzato alla meglio. Inoltre Paola mi ricorda che ci siamo arrivati un’altra volta, con alcuni amici, sempre dal passo san Boldo facendo un bel giro ad anello, in primavera con stupende fioriture di narcisi, viole, primule e delle rare peonie selvatiche.

Casera Vallon Scuro
Casera Vallon Scuro © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

Ci fermiamo poco, pare cominci a piovigginare ed è troppo tardi per arrivare al soprastante Col de Moi, dopo un bicchiere di the per riscaldarci facciamo rientro per lo stesso sentiero. Scendiamo velocemente, per fortuna ha smesso di piovere, ritorniamo alla casera di Silvano dove accendiamo il fuoco per riscaldarci, purtroppo il poco tempo a disposizione ci ha permesso di consumare solo il solito frugale pasto a base di pane, affettati vari, formaggi, vino, birre e caffè. Termina con il rientro ognuno alle proprie case questa stupenda giornata dove ho chiuso un anello aperto molti anni prima con il Bivacco ai Loff, Cima “Col de Moi” e Casera Vallon Scuro.

Autore/i: Salvatore Stringari, Paola Gardin
Su Facebook le foto
Rispetta la montagna! Riporta a casa i tuoi rifiuti non lasciarli sui sentieri!
E voi ci siete stati? Mi lasciate un commento?
Correzione testo di Paola Gardin.
– © Copyright By Salvatore – La Traccia, Escursioni e Viaggi

...non fate i timidi lasciate un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.