470 da Capricchia alla cascata delle Barche

Cascata delle Barche Capricchia
Fontana di Capricchia, Cascata delle Barche © Copyright 2019 By Salvatore e Paola – La Traccia, Escursioni e Montagna

Titolo: da Capricchia, al Sacro Cuore, e alla Cascata delle Barche
Data: 4-9-2019
Cima:
Gruppo Montuoso: Monti della Laga
Cartina: CAI Amatrice
Segnavia: 369 E – 300
Tipologia sentiero: Escursionistico
Quota partenza: 1106 m.s.l.m
Quota da raggiungere: 1375 m.s.l.m
Dislivello: 269 m.
Tempi di percorrenza*: in giornata
Difficoltà*: Facile
Giro: A/R
Punti di appoggio: nessuno sul percorso
Acqua, sorgenti: torrente
Località: Capricchia (Amatrice)
Copertura cellulare: sì parziale
Parcheggio/i: sì
Partecipanti: Autori
Autore/i: Sal e Paola
Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, di progressione, movimento in ambiente alpino capacità di orientamento.

Premessa: ci svegliamo per la seconda mattina a Retrosi e oggi ci delizia una giornata di sole, siamo accolti dalla fauna locale, il cane Tito e i numerosi gatti che gironzolano nel camping. E’ ora di continuare il nostro viaggio, lasciamo a malincuore questo amabile angolo di mondo e ci dirigiamo col nostro camper verso Capricchia, 1106 m.s.l.m. un piccolo paese distante pochi chilometri, da dove partire per un’escursione a piedi. Anche questo borgo è pesantemente distrutto, alcuni mezzi stanno sgombrando le macerie, la chiesa è transennata, oltre agli operai incontriamo solo alcune persone anziane.

Capricchia Cascata delle Barche
Monte del Sacro Cuore © Copyright 2019 By Salvatore e Paola – La Traccia, Escursioni e Montagna

L’escursione in dettaglio: dal centro del borgo di Capricchia partono diversi sentieri, noi seguiamo il n. 369 CAI proveniente da Amatrice e diretto verso il santuario del Sacro Cuore e la Cascata delle Barche. Imbocchiamo la stradina lastricata di sassi che ci porta fuori dal paese verso i boschi. Arrivati al bivio di La Crocetta, 1136 metri, (ci sono una croce e un’edicola sacra) lasciamo il sentiero n. 369 che continua a destra per altri itinerari e poi il n. 369 E che va a sinistra (Cascata delle Barche, lo faremo al ritorno) e continuiamo diritti per la nostra strada che poi sale lungamente a tornanti, sempre con pendenza modesta, la collina boscosa un tempo coltivata con alberi da frutto. Il cartello successivo ci indica che siamo sul sentiero CAI 300, SI sentiero italia continuiamo fino a trovare, sulla sinistra, l’indicazione che ci invita ad abbandonare la stradina asfaltata e continuare su un vero e proprio sentiero, sempre n. 300, che brevemente scende fino al greto di un torrente e poi risale il pendio sassoso, l’unica vera salita di oggi, anche se breve e non troppo dura. Una decina di minuti e siamo in cima, su una larga sella, dove alcuni operai stanno montando i gazebo per un matrimonio che si terrà domani. Percorriamo il vialetto che ci porta sulla cima del Monte del Sacro Cuore che domina Capricchia con i suoi 1.345 metri. Sulla panoramica cima è stata eretta una cappella, una piramide in cemento e vetro che custodisce le spoglie dell’amato parroco di Capricchia, don Adolfo Catena, francescano e originario del paese.
Su sua iniziativa fu posta sul Monte Ciuffa, che da allora è chiamato “del Sacro Cuore” una statua in bronzo di Cristo alta tre metri, come ex-voto per aver salvato Capricchia dalla distruzione durante la Seconda Guerra Mondiale. Ritorniamo alla sella e prendiamo nuovamente il sentiero CAI 300 per la Cascata delle Barche, camminando quasi sempre in costa, in mezzo ai boschi, fino al primo bivio dove lasciamo a destra il sentiero 300 che porta al Monte Gorzano, m. 2458, la cima più alta dei Monti della Laga, e prendiamo il 376 CAI, in saliscendi a mezza costa. Passiamo un valloncello sassoso, un nuovo bivio in cui pieghiamo a sinistra, aggiriamo il Colle del Vento e ci affacciamo sul Fosso di Selva Grande, dove confluiscono due torrenti. Raggiungiamo poi la Cascata delle Barche, 1375 m.s.l.m. seguendo il ruscello di destra, un po’ guadando, un po’ salendo e scendendo i grandi massi che caratterizzano la forra.

Cascata delle Barche
Cascata delle Barche © Copyright 2019 By Salvatore e Paola – La Traccia, Escursioni e Montagna
Purtroppo siamo in stagione secca e l’acqua non è molta, l’ambiente però è suggestivo, un anfiteatro di rocce da cui precipita la cascata. Torniamo indietro e ci fermiamo su un grande sasso, al sole, in mezzo ai due torrenti per una pausa-panino, poi cerchiamo altri sentieri (Cascata di Trecina Bassa) ma le tracce sono sommerse dalla vegetazione per cui torniamo sui nostri passi fino al Sacro Cuore. Qui prendiamo il sentiero 369 E per Capricchia, più ripido e scosceso e con un percorso ad anello sempre in mezzo al bosco torniamo a La Crocetta e al paesino.
Nel pomeriggio ci dirigiamo in camper verso il Lago di Campotosto.
Sal & Paola
© Copyright 2019 By Salvatore e Paola – La Traccia, Escursioni e Montagna

Un commento

se ti va lascia la tua traccia...

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.